TuberAscoli


Vai ai contenuti

Roverella

P. Tartufigene

ROVERELLA


Quercus pubescens Willd.
Sinonimo: Quercus lanuginosa Lam.


Raggiunge i 20 m di altezza, molto comune negli ambienti collinari e submontani dove forma boschi puri o misti con carpini, castagni, cerri, aceri, olmi ed altre essenze. Ha una chioma densa ed a cupola, sorretta da un tronco molto ramificato con corteccia grigio scura, fessurata in piccole placche scure. Le foglie, con lobi arrotondati e non molto profondi, sono leggermente coriacee di color verde opacizzato con la pagina inferiore tomentosa cos come i piccoli rametti e le gemme. Le foglie secche persistono sui rami durante l'inverno. I frutti sono ghiande con un corto peduncolo, protette da una cupola con squame appressate, lanose e di colore grigio. La roverella specie piuttosto rustica che si adatta a terreni calcarei, argillosi, aridi e rocciosi ed ottima a colonizzare ambienti denudati.
Il suo legno un buon combustibile mentre le sue ghiande venivano usate un tempo come alimento per i maiali.

VOCAZIONE TARTUFIGENA


E' la pianta tartuficola PER ECCELLENZA, capace di entrare in simbiosi con tutte le specie di tartufi, particolarmente con T. Magnatum e T. Melanosporum.
In vivaio viene associata a tutte le specie di tartufi coltivabili.

Home Page | P. Tartufigene | Dove Siamo | Trivelli Tartufi | Contatti | Mappa del sito


Designed by Soluzione Ambiente - All rights reserved 2008 | info@tuberascoli.it

Torna ai contenuti | Torna al menu